I nostri consigli
media

Reflusso gastroesofageo: cos'è, sintomi, cause e rimedi

22 dic 2021

Cosa è il reflusso gastroesofageo

Quando parliamo di reflusso gastroesofageo ci riferiamo a una condizione che porta alla risalita ripetuta dei succhi gastrici nell’esofago, a volte, fino alla gola. Se persiste su base quotidiana oppure se si verificano diverse ricadute, probabilmente si tratta di malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE), ovvero una condizione in cui si soffre di una specie di reflusso acido a lungo termine e che ha bisogno di cure definite da un medico.

Sintomi

I sintomi del reflusso constano spesso di bruciore al petto e allo stomaco, che è portato a esacerbarsi in posizione orizzontale e, quindi, di notte quando si riposa. Si accusa una sorta di bruciore al petto, nell’esofago, dato che la mucosa esofagea non è protetta dall’aggressività degli acidi gastrici, così come al contrario avviene nello stomaco.

Cause
Le cause di reflusso gastroesofageo sono generalmente afferenti a:

  • il ristagno di alimenti nello stomaco per lungo tempo, possibile conseguenza di una cattiva digestione;
  • rilassamento dello sfintere esofageo inferiore, che funge da valvola utile per evitare che i liquidi gastrici risalgano lungo l’esofago;

Il rilassamento dello sfintere esofageo inferiore, a sua volta, può essere conseguenza di:

  • Fumo di sigaretta;
  • Sovrappeso o gravidanza che possono portare a un aumento della pressione addominale;
  • l'ernia iatale, che causa un’innaturale propensione di una porzione superiore dello stomaco verso la cavità toracica.

Rimedi

I medici consigliano spesso l’assunzione di uno stile di vita più regolare, affiancato a un’alimentazione sana, al fine di ridurre i tempi di svuotamento gastrici.

Si tratta di cambiare il proprio comportamento a tavola, abituandosi a:

  • non assumere (o assumere meno) frutta acida, come le arance;
  • non andare a dormire subito dopo cena;
  • mangiare con calma, masticando bene;
  • limitare gli alimenti grassi;
  • evitare alcol, fumo e caffè.

In farmacia è possibile reperire diversi prodotti che danno manforte nel contrastare questo disturbo, come:

  • gli antiacidi, che fungono da tampone evitando la risalita dei succhi gastrici;
  • i procinetici, che accelerano il processo di svuotamento dello stomaco.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie